Tu uomo non sai chi sono?
Eppure c'è stato un tempo lontano
in cui abitavo nei cuori di tutti i tuoi simili..
Un Tempo in cui
la Tua Razza chiedeva la protezione della mia.. 
perchè sapevate bene chi eravamo e siamo..
Non avevate paura di mettere in moto il cuore
allora.. non avevate paura di guardare dentro voi stessi
riconoscendo le nostre comuni origini..
NOI SIAMO.. Noi siamo i protettori della Luce,
Noi siamo i protettori dell'Uomo 
fin dall'Inizio dei tempi..
NOI SIAMO LA LUCE del Divino
che alberga in Voi..
Risvegliamo i vostri cuori e la vostra coscienza..
e vi permettiamo di parlare con il Divino che in Voi alberga.. 
Non con la voce ma con il CUORE..e L'ANIMA.. 
quella che per avidità avete rinnegato..che per denaro avete venduto..
quella che vi ha portato a sfruttare Madre Gaia.. 
ad inquinare le sue Terre e i suoi Fiumi.. 
incapaci di vedere che uccidevate Voi stessi 
uccidendo Lei.. 
Adesso è il Tempo.. l'energia preme per tornare e rinnovare 
Cuori, Anime e Corpi..
Saprai vedere uomo?
Saprai riconoscere che solo per non impazzire 
hai dipinto me e la mia razza come demoni.. 
e non vedere il Demone che alberga in Te?
Guarda dentro Te.. il Cuore e l'Anima ancora premono.. 
ancora esistono e vogliono tornare a guidare Te 
e le Tue azioni..
ADESSO E' IL TEMPO... SAPRAI TORNARE BIMBO E RICONOSCERMI ANCORA?
Vorrai salvarti uomo?
O preferisci perire soffocato dal tuo stesso veleno?
Sappi fare la tua scelta uomo.. non ci saranno altre possibilità..
Adesso sai chi sono?
SONO LA TUA PARTE PROFONDA..

LA MATERIALIZZAZIONE DELLA LUCE E DELL'AMORE DIVINO

CHE VUOLE AIUTARTI MALGRADO TE STESSO...

Mi piaci quando taci perché sei come assente,
e mi ascolti da lungi e la mia voce non ti tocca.
Sembra che gli occhi ti sian volati via
e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

Poiché tutte le cose son piene della mia anima
emergi dalle cose, piene dell'anima mia.
Farfalla di sogno, rassomigli alla mia anima,
e rassomigli alla parola malinconia.

Mi piaci quando taci e sei come distante.
E stai come lamentandoti, farfalla turbante.
E mi ascolti da lungi, e la mia voce non ti raggiunge:
lascia che io taccia col tuo silenzio.

Lascia che ti parli pure col tuo silenzio
chiaro come una lampada, semplice come un anello.
Sei come la notte, silenziosa e costellata.
Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice.

Mi piaci quando taci perché sei come assente.
Distante e dolorosa come se fossi morta.
Allora una parola, un sorriso bastano.
E son felice, felice che non sia così.

Gente, alzatevi in piedi e schieratevi!
Tutti noi, tutti insieme
Gente, alzatevi in piedi e schieratevi!
Tutti noi, tutti insieme
Ricercate la conoscenza
ed amate la conoscenza degli altri!
Questo unisce tutte le persone 
Come fossero un sol uomo
Le fa pensare come un sol uomo
Le fa agire come un sol uomo 
Tutti noi, tutti insieme

Io desidero te, soltanto te
il mio cuore lo ripete senza fine.
Sono falsi e vuoti i desideri
che continuamente mi distolgono da te.
Come la notte nell’oscurità
cela il desiderio della luce,
così nella profondità
della mia incoscienza risuona questo grido:
“Io desidero te, soltanto te”.
Come la tempesta cerca fine
nella pace, anche se lotta
contro la pace con tutta la sua furia,
così la mia ribellione
lotta contro il tuo Amore eppure grida:
“Io desidero te, soltanto te”.

Ti vedo con gli occhi della mente, 
che presta ascolto al mio cuore angelo dagli occhi verdi. 
E tento di ingannare il tempo. Che grande beffa questo tempo, 
troppo lento o troppo veloce. 
Quando sei infelice,un momento può durare un'eternità. 
Può contenere delle ore quando sei innamorato... 
Vorrei il tuo viso per carezzarlo nei miei domani. 
Ti vorrei con me donna fragile e forte, compagna di gioia e dolore. 
Se tu fossi vicino a me ...nulla potrebbe mai più farti scendere una lacrima se non per amore.

Dal buio nasce la luce, 
dal dolore può nascere un fiore, un tenero filo che con amore ci darà un giorno lo spettacolo dei suoi colori.
Illuminerà il profondo di un'anima sperduta in cerca di una strada per ritornare a vivere, per sempre,
insieme nella luce dell'amore. 
Le lacrime faranno posto alla speranza, il futuro cancellerà il passato,
dall'amore nascerà una vita nuova.

Volavo alto nel cielo, 
planavo fino a posarmi 
sul ramo di un albero e cantavo 
con gioia le mie gesta.
Un triste giorno due mani strinsero 
il mio corpo,
due mani fredde, mi strinsero
in una morsa che toglieva il respiro 
poi le mani si schiusero 
ricominciai a respirare,
volevo tornare a volare 
ma ero chiuso in una gabbia
dove potevo soltanto gridare 
un canto senza voce,
un lamento senza melodia. 
Passavo i giorni a ricordare 
cieli sconfinati e prati verdi
Un giorno, non so perchè, 
qualcuno riuscì ad aprire quella gabbia
ma le mie ali non sapevano più volare
ed io rimasi li, in quella gabbia,
a cantare il ricordo 
di un amore.…

Vola farfalla
vola lontano, fa che la mente segua il tuo cuore
vola lontano, di fiore in fiore e prendi l'essenza che la vita di dona
fuggi dal buio in cerca di luce
segui la scia di un raggio di sole, seguila in alto, sempre più
sù fino quando diventa una lama rovente.
Adesso che il sole ti sta bruciando le ali continua
a volare senza ascoltare il dolore
pensando felice
che n'è valsa la pena
hai toccato il sole.


Buonanotte alla notte che è caduta per strada
E si vede la luna dopo un’altra giornata
Che sia andata così, con un sorriso a finire
O una lacrima ancora che si deve versare

Buonanotte alla notte di un pensiero affannato
Si era spento col giorno ma poi adesso è rinato 
Aspettandolo un poco un ritrovato dolore
Hai provato a sfuggire ma lo devi affrontare

Buonanotte alla notte di chi è stato invitato
Ad una festa un po’ chic o ad un party immediato
Dove poco interessa luogo e compagnia
Dove si vuol esser notati prima di andare via

Buonanotte alla notte dove c’è da ballare
Tra le luci sbiadite o le strade sul mare
In attesa di qualcosa che ci possa capitare
Non sappiamo bene cosa ma dovrà arrivare

Buonanotte alla notte di chi inizia un lavoro
Spera duri una vita od un attimo solo
Persi per strade o motel troppo belli per loro
Come uno sguardo improvviso come fosse un tesoro

Buonanotte alla notte di chi vuol esagerare
Per sentirsi felice, per qualcosa da dimenticare
Ma la gioia si sa, fa veloci le ore
Passeranno anche queste e resterà ricordare

Buonanotte alla notte di chi non sa finire
Lascia sempre in sospeso qualche cosa da fare
Non gli basta un minuto non gli serve un aiuto
Quando ha tempo finirà per lasciarsi stupito

Buonanotte alla notte di chi ha qualcosa nel cuore
Di chi non dorme e riflette chiamandolo amore
Che se tale sarà lo dirà solo il tempo
Con uno sguardo truccato o con un lume già spento

Buonanotte alla notte di qualcuno che è vivo
E per capirlo non serve e non gli basta il respiro
Il sole e la pioggia non cambian le ore
Per un cuore che vive ce n’è un altro che muore
per amore

Due serate passate insieme,
un letto per tre,
stretti e felici.

Insieme,
la notte e il giorno,
inseparabili come amanti;

In due notti abbiamo imparato ad apprezzare
la nostra stessa compagnia
e, una volta a casa,
ci sentivamo soli.

Così soli
da avvertire il bisogno
di sentirci ancora vicini,
come quei giorni...

Ed ecco la Buonanotte,
mandata tra amici
così vicini
da sembrare amanti,
così simili
da sembrare fratelli,
così sinceri
da sembrare irreali...

Ma gli Angeli esistono,
e la prova
è questa splendida amicizia.

Buonanotte, Guerriero.

C’è un vento

che soffia di notte

e porta collane

intrecciate di pene.



C’è un vento

che soffia di notte

e porta coperte

a riparo da ansie

che rubano il sonno.



C’è un vento

che porta la quiete,

arriva con l’alba,

concilia la danza notturna,

aprendo al mattino,

soluzioni

alle fatiche del giorno.



C’è un vento

che soffia di notte

e di giorno,

sussurra da sempre,

certezze del cuore.

Dorme

Peloso

sdraiato sul davanzale della finestra.

Un raggio di sole gli scalda la schiena

il calore del camino lo accompagna nell’abbandono.

Insegue

farfalle

che svolazzano nella sua memoria di felino

vagabondo.

Nell’estate inattesa

gusta il sogno e muove impercettibilmente

le zampette

appoggiandole

delicato

sull’erba verde di un giardino

fantastico.

Lo accarezzo.

Apre un occhio.

Mi guarda

fiducioso.

Poi si riaddormenta e ritorna al suo sogno.

Difficile scrivere di te,

nobile amico/a

senza timore di cadere

nella retorica

di parole che

profumano di buono

e dal sapore antico.



Difficile descrivere

l’armoniosa corrispondenza

di una melodia lontana,

che risuona nell’incanto

senza tempo di un’amicizia

sbocciata all’ombra

di una sensibilità comune.



Luna e sole,

alfa e omega,

novelli Venere e Marte

uniti nella stessa emozione,

giochiamo a dipingere il mondo

con pensieri colorati

su una tela ricamata

di sorrisi.



Una cornice di stelle

custodisce,

nella sua corolla di luce,

il segreto innocente

di una complicità

che rasserena il pensiero

e delizia lo spirito.



Difficile raccontare di te,

del profondo rispetto,

l’immensa fiducia e

l’affetto sincero.

Impossibile non farlo

quando la meraviglia

delle piccole cose

mi parla coi tuoi occhi.

Non andare via amore, che l’ultima goccia
del tuo profumo possa rimanere attaccata a me, questa notte
che l’ultima tua parola possa risuonare eterna nelle mie orecchie
quando sussurrandomi, stretta a te, mi dicesti t’amo
e queste due parole, così brevi, così strette
tra la nostre bocche hanno trovato uno spazio per vivere
di un secondo eterno

forse te le hanno già dette in molte
e forse non te lo dico abbastanza, ma questo provo
e questo ti dico: quanti motivi per non amarti
ma io ne ho trovato solo uno, e ciò mi basta
mi basta amarti quanto mi basta saperti vivo in questo mondo
ma non vicino a me, ugualmente amore
siamo insieme, ed ora ci credo.

Credo che un solo giorno di sole non fa l’estate
che un solo uomo non fa il mondo
ma che due anime insieme fanno una sola coppa
un solo pane, una sola giornata di bel tempo
un prato immenso, di verde tinto
un cielo carico di stelle, questo e altro amore
quando siamo insieme

Il mondo nel cuore

come lo viviamo

e come ci appare

nella vita che amiamo.



Camminando sottobraccio

nell’universo colorato

ci raccontiamo tutto

in un chiacchiericcio infinito.



Parole tra donne,

ricchezza di sentimenti,

pienezza di affetto,

onestà di confronto.



Così passa il tempo

della nostra amicizia,

nel parallelo di esperienze

simili e diverse.



Sono pieni di luce

gli occhi dell’anima

aperti sul mondo

che vediamo col cuore.

Amicizia, tu che fiorisci

nell’anima e nel cuore,

tu che ci cammini in silenzio

in un nuovo amore.

Tu che ai sogni dai valori.

Tu illumina crescenza che

ci inebri di carica, nella tua assenza.

Mi basta sapere che ci sei,

che la tua immagine

abita nella mia mente,

nel mio sorriso,

perchè senza di te,

mi ritrovo… niente.

Vieni nei meandri

del mio gelido abbraccio.

Il respiro soffia in affanni

Scegli di cadere

come cadono gli angeli.

Le mie mani in milioni di dita

sul tuo corpo

segnano l’arcana melodia.

Ventre di venere assistimi

Disponi in me il baratro,

che il suo corpo

trascini in me con sé l’anima sua. 
by arcangelo uriele

La luna pian piano sale,
dove accompagnate dalle stelle,
brillano e illuminano lo splendore,
della gente che dorme sui dolci cuscini,
emerge con occhi grandi al suo sorriso della notte.
ad illuminare il sorgere del sole,
per emanare ultimo calore del buio,
che accompagna la luna a donare
ultimo sorriso solare.
buona notte a tutti

Non possiamo mai giudicare le vite degli altri, perché ogni persona conosce solo il suo dolore e le sue rinunce. Una cosa è sentire di essere sul giusto cammino, ma un'altra è pensare che il tuo sia l'unico cammino.

 

la musica ti accende l'animo e ti accompagna lungo il tuo sentiero se ascoltata con il cuore e ti regala emozioni dove mai nessuno puo darti di piu

Tutto un altro mondo
ancora troppo sconosciuto
fonte di vita
e scrigno di tesori.

Racchiude in sé
i segreti di millenni
di vite passate
di vite spezzate.

Divinità dai mille volti
incute paura
dona stupende visioni.

Artista vivace
scolpisce la terra
a suo piacimento.

Non tutti riescono
a sentir la sua voce
a capirne l’umore.

Solo quel vecchio
seduto sullo scoglio
sfiora l’acqua con la mano.

Sul suo volto un sorriso
intriso di malinconia
e una lacrima vola via

e si confonde con il mare.

Un altro segreto
sarà così custodito
e per sempre
tra le onde del mare!

E’ l’angolo dell’amico

che ascolta il tuo respiro

affannato di te.

Scegli l’alba

più Pura

e sognerai con lui

sulle onde del mare,

le prime ebbrezze

di due ragazzine innamorate

di quel piccolo pipistrello nero

perso nel vuoto.

Tendigli la mano,

e, i suoi occhi risplenderanno

di cielo blu

intenso di pura luce e pace,

il suo posto è lì nel tuo cuore.

Nel mio, manchi tu…

amico.

 

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 

 

Mi sono seduto davanti a te

e ti ho sentito parlare.

In silenzio ho volut

 

o ascoltare

quello che mi volevi comunicare.

Le onde alte, il tuo letto agitato

mi hanno fatto capire quanto eri arrabbiata.

A lungo ti ho ascoltato senza parlare,

il mio animo agitato non ti ha saputo calmare.

Ho lasciato che sfogassi tutta la tua rabbia,

perchè talvolta anche io mi sento in gabbia.

Ho lasciato che ritrovassi la tua pace,

ora ti osservo e tutto intorno tace.

Siamo soli in questo angolo di paradiso,

ed ora di nuovo posso farti un sorriso.

Ho sfogato con te i miei agitati pensieri

ed ora baciata dal sole posso fare sogni sinceri.

Penso a te che mi abbracci e mi lascio cullare,

mi sento appagata in questo tuo dondolare.

I miei pensieri volano a te anche ora che non ci sei.

Ti adoro, ti desidero, non sai quanto ti vorrei.

 

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 

 

Nel limpido del tuo blu

Mi sono tuffato come delfino

Sospeso tra miliardi di metri cubi d’acqua

Nella pace di un silenzio sacro

Dove le parole non servono

Dove le parole sono solo bolle d’aria vuote

Lasciate scoppiare nel caos di un cielo lontano



Vento più non mi ferisce

Né fuoco più mi brucia

E pioggia più non mi gela

Né sole più mi asseta

Al riparo dai capricci della vita

Voglio fluttuare qui senza peso

E non avere più la mia nostalgia

Del mio vecchio futuro

E non pensare più

Per ricominciare a ricominciare da zero…

 

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 

 

VOLERE è POTERE ma bisogna ogni tanto anche guardare in faccia la realtà dei fatti con strema chiarezza e logicità. Nulla cade dal cielo. Ci vuole impegno, fatica e soprattutto consapevolezza della possibilità di fallire.

 

 

Nella vita esistono le persone di passaggio e le persono per sempre, queste ultime le riconosci perchè quando ti giri e non ci sono più è solo perchè ti sei girato dal lato sbagliato!

 

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

 

 


 

 

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

 

Anche se la vita non è come la si vorrebbe è meglio viverla sforzandosi di migliorarla piuttosto che viverla sopportando passivamente e rimpiangendo ciò che si sarebbe voluto fare.

 

 

Se gettiamo uno sguardo di libertà, vogliamo possederlo, se intravediamo di morte, vogliamo niente a che fare con esso. Uno non possiamo avere, l'altro non possiamo evitare.

Sublime specchio di veraci detti,mostrami in corpo e in anima qual sono:capelli, or radi in fronte, e rossi pretti;lunga statura, e capo a terra prono;sottil persona in su due stinchi schietti;bianca pelle, occhi azzurri, aspetto buono;giusto naso, bel labro, e denti eletti;pallido in volto, più che un re sul trono:or duro, acerbo, ora pieghevol, mite;irato sempre, e non maligno mai;la mente e il cor meco in perpetua lite:per lo più mesto, e talor lieto assai,or stimandomi Achille, ed or Tersite:uom, se' tu grande, o vil? Muori, e il saprai.

 

 

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 

 

Di nubi grigie a un tratto il cielo fu sporco;
e il tuono brontolò con voce d’orco.
Si cacciò avanti lungo lo stradone,
carta, fogli ed uccelli il polverone.
Si udirono richiami disperati,
tonfi d’imposte e d’usci sbatacchiati.

Si vide donne lottar in un prato
con gli angeli impauriti del bucato.
Poi seminò la pioggia a piene mani
tetti e vie di danzanti tulipani;
tagliò il paesaggio, illividì ogni cosa
in un polverio d’acqua luminosa.


E l’acqua fresca nasce

fa ruscelli

scende

casca sui sassi

scroscia

e frusciando fa il fiume.

 

E l’acqua

sciolta nuota nelle valli

e lunga e lenta

larga

silenziosa

luminosa

fa il lago.

 

E l’acqua

a onde muore

non muore ma e muore

non muore mai

e muore

mentre immensa

fa il mare. 

 

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 

 

Sospesa attesa luminosa
riverberata dall'acqua
sorride la natura
dell'uomo dimentica
aprendomi la porta
per breve ora
a intravederne l'essenza.

 

admin :arcangelo uriele 

info : urieleilritorno@gmail.com